Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: Dic 18 2022
  • Ora: All Day

Data

Dic 18 2022

Ora

All Day

18 Dicembre

Oggi è la giornata internazionale dei migranti. “In assenza di una seria politica di cooperazione, i paesi poveri si aiutano da soli con le rimesse dei loro immigrati: 90 miliardi di dollari, contro i 45 messi a disposizione dei paesi del G7”. (Jean Leonard Touadi)

Oggi è la giornata della lingua araba, indetta dalle Nazioni Unite in ricorrenza dell’approvazione dell’arabo come sesta lingua ufficiale da parte dell’Onu il 18 dicembre 1973.

Oggi è anche festa nazionale in Niger. Si ricorda l’acquisizione dell’autonomia all’interno della communauté française nel 1958.

1865 – Stati Uniti: abolizione della schiavitù con l’approvazione del XIII emendamento alla costituzione.

1956 – Il Giappone entra a far parte delle Nazioni Unite.

1945 – L’Uruguay entra a far parte delle Nazioni Unite.

1958 – Il Niger diventa indipendente.

1985 – François de l’Espinay. Prete francese, e ministro di Xangô in una comunità della religione afrobrasiliana del Candomblé a Salvador di Bahia, fu un coraggioso pioniere del dialogo interreligioso con gli afrobrasiliani. Negli anni Cinquanta era stato nella scomoda posizione di cappellano generale dell’esercito francese in Algeria, ma con spirito indipendente («Non dobbiamo rinunciare a parlare, anche se la nostra parola viene rifiutata»).

«Il giorno in cui il pai-de-santo [l’autorità spirituale locale del Candomblé] mi chiese di entrare a far parte del consiglio, sapevo che dovevo passare per una iniziazione. Fu un problema, e grande. Non sapevo di cosa si trattasse. Sarei andato contro il cristianesimo? Io non rinnego il cristianesimo né il mio sacerdozio. Poi compresi che lì non c’era nulla contro il cristianesimo. Nel nostro Candomblé promisi fedeltà a Xangô. Questa è una cosa che non allontana nessuno dalla fedeltà a Cristo». (F. de l’Espinay)

2006 – Gli Emirati Arabi Uniti indicono le loro prime elezioni.

2007 – L’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva la moratoria universale della pena di morte con 104 voti favorevoli, 54 contrari e 29 astenuti.