Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: Giu 08 2022
  • Ora: All Day

Data

Giu 08 2022

Ora

All Day

8 Giugno

Oggi è la Giornata mondiale degli Oceani. Gli oceani occupano il 70% circa della superficie planetaria. Un corpo d’acqua salata esteso per oltre 360 milioni di chilometri quadrati, ogni cui goccia comunica con ogni altra. Se l’emisfero Nord è marittimo al 61%, quello Sud lo è addirittura all’81%. Sulla Terra l’acqua è regola, la terra eccezione.

Il mare è un formidabile indicatore ecologico. L’innalzamento del livello degli oceani, collegato al surriscaldamento di Gaia – il pianeta inteso come organismo vivente – è oggetto di dispute non solo scientifiche. Sotto speciale osservazione sono i ghiacci dell’Artico e della Groenlandia, in fase di accelerata liquefazione. Se si sciogliessero completamente, gli oceani crescerebbero di 80 metri. Puro catastrofismo, forse. Ma l’innalzamento tutt’altro che improbabile della temperatura terrestre di 2 gradi nel corso di questo secolo eleverebbe di 10-30 centimetri la superficie del mare, oltre a desertificare molte regioni oggi abitate 1. Mentre aprirebbe alla colonizzazione umana e allo sfruttamento degli idrocarburi (e non solo) vaste distese circumpolari. Un’altra geografia. Non si può pensare la Terra senza pensarne l’acqua. E viceversa. La geopolitica ha dunque una decisiva dimensione marittima. La competizione per il potere coinvolge le acque quanto le terre, l’aria e il cosmo. Per questo l’uomo ha bisogno di spartire l’oceano unico disegnato dalla natu­ra.

1987 – La Nuova Zelanda approva la legge sul disarmo nucleare.